Tu vai in ferie, i tuoi diritti no! Vademecum per il viaggiatore

L’ora di staccare finalmente la spina si avvicina, sei quasi in ferie. E quanto è bello sapere che tu vai in vacanza ma i tuoi diritti no? Che tu abbia pianificato un viaggio in aereo, treno o nave sei comunque tutelato sotto molteplici aspetti. Vediamoli insieme.

TRASPORTO AEREO

  • Se l’imbarco ti viene negato per overbooking (eccedenza di prenotazioni rispetto alla disponibilità dei posti), hai due possibilità: 1) rinunciare di tua spontanea volontà al volo ed ottenere, alternativamente, il rimborso del biglietto entro 7 giorni, la riprotezione su altro volo alternativo o altri benefici da concordare direttamente con la compagnia aerea; 2) se non trovi l’accordo col vettore, hai diritto al rimborso del biglietto o alla riprotezione su altro volo, oltre ad una compensazione pecuniaria e all’assistenza a terra, ovvero pasti e bevande, albergo in caso di pernottamento, trasferimento in hotel, 2 chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax ed e-mail;
  • Se il volo viene cancellato e la cancellazione dipende da circostanze eccezionali, hai diritto al rimborso del biglietto entro 7 giorni o alla riprotezione su volo alternativo e all’assistenza a terra nei termini di cui sopra; se, invece, la cancellazione non è legata a circostanze eccezionali, allora hai diritto al rimborso del biglietto o alla riprotezione su volo alternativo, così come alla compensazione pecuniaria (a meno che non fossi già stato precedentemente informato dalla compagnia della cancellazione) e all’assistenza;
  • Se il volo ritarda in partenza dalle due alle quattro ore, hai diritto all’assistenza in base alla tratta aerea e alla distanza in chilometri, mentre se si va oltre le cinque ore, oltre all’assistenza, puoi rinunciare al volo ed ottenere il rimborso del biglietto; se, invece, il volo ritarda in arrivo di più di tre ore, hai diritto all’assistenza e alla compensazione pecuniaria;
  • Quanto sopra detto vale anche per la perdita della coincidenza, nel caso di unico contratto che preveda più tratte successive: tale situazione è stata equiparata dalla Corte di Giustizia Europea a quella del negato imbarco ed è quindi suscettibile di risarcimento;
  • Se a causa di una calamità naturale o di un attentato hai valutato di annullare la tua vacanza, è bene sapere che non sei automaticamente legittimato a recedere senza corrispondere penale o perdere l’intero importo pagato in ragione di questi eventi. Diverso è però il discorso nel caso ci sia uno sconsiglio da parte del Ministero degli Affari Esteri a recarsi presso la località prenotata. Il sito di riferimento sul quale verificare questa particolare condizione è http://www.viaggiaresicuri.it/;
  • Se la compagnia aerea smarrisce, danneggia o consegna in ritardo i tuoi bagagli, puoi ottenere un rimborso fino a 1200 euro a passeggero. In caso di bagaglio danneggiato è necessario recarsi allo sportello della compagnia per compilare l’apposito modulo PIR (Rapporto irregolarità bagaglio) entro 7 giorni; se invece si parla di consegna in ritardo si hanno 21 giorni di tempo; se, infine, le tue valigie sono state smarrite, devi recarti immediatamente – cioè prima di lasciare l’aeroporto – allo sportello “Lost and found” della compagnia e compilare il PIR, per poi sporgere reclamo a mezzo raccomandata A/R, entro 21 giorni, allegando PIR, carta d’imbarco, etichetta del bagaglio ed eventuali scontrini per l’acquisto di beni di prima necessità.

TRASPORTO FERROVIARIO

  • Hai diritto ad essere costantemente informato a tutto tondo, cioè prima del viaggio (in merito a condizioni applicabili al contratto, orari, tariffe, servizi a bordo), durante il viaggio (per quanto riguarda ritardi, interruzioni del servizio, coincidenze) e dopo il viaggio (con riferimento a procedure relative alla presentazione di reclami, ai bagagli smarriti, etc.);
  • Hai diritto ad essere risarcito in caso di lesioni alla tua persona, con una copertura assicurativa minima per passeggero fissata a 310.000 euro e la possibilità di pagamento anticipato per coprire spese urgenti successive all’incidente;
  • Hai diritto ad essere risarcito in caso di smarrimento o danneggiamento del tuo bagaglio, con un indennizzo fino a 1.285 euro;
  • Hai diritto ad essere risarcito anche in caso di ritardo o soppressione del treno, salvo circostanze eccezionali. In particolare, puoi chiedere un indennizzo minimo pari al 50 % del prezzo del biglietto in caso di ritardo pari o superiore a due ore ed al 25% del prezzo del biglietto in caso di ritardo compreso tra i 60 e i 119 minuti;
  • Hai, inoltre, diritto a ricevere, per ritardi all’arrivo o in partenza, pasti e bevande, sistemazione in albergo o di altro tipo, trasporto verso il punto di partenza o di arrivo se il treno è bloccato sui binari, rimborso pieno del biglietto o riprotezione su un viaggio alternativo.

TRASPORTO NAVALE

  • In caso di cancellazione o ritardo del viaggio superiore ai 90 minuti, puoi scegliere fra un trasporto alternativo che ti faccia comunque arrivare a destinazione, oppure il rimborso del biglietto (e, se necessario, il ritorno al punto di partenza);
  • Per ritardi superiori ai 90 minuti hai anche diritto all’assistenza con pasti e bevande, fino a tre pernottamenti a carico della compagnia e ad una compensazione pecuniaria in base al rapporto fra il ritardo e la durata del servizio regolare;
  • Il reclamo va presentato al vettore entro due mesi dalla data del disservizio, tenendo però presente che NON hai diritto alla compensazione pecuniaria di cui sopra nel caso di biglietti aperti, se si è stati informati della cancellazione o ritardo prima che si sia acquistato il biglietto, per condizioni metereologiche avverse o se sei tu l’artefice del ritardo.

(M.R.)

Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *