Il Ddl concorrenza è legge: le novità per i consumatori

Dopo un iter decisamente travagliato, durato ben due anni e mezzo, il Ddl concorrenza è finalmente legge. Tante sono le novità in molteplici ambiti che coinvolgono direttamente i consumatori: dalle assicurazioni all’energia, dalla telefonia al turismo. Vediamole insieme.

RC AUTO: SCONTI AL SUD E CON LA “SCATOLA NERA”

In tema di assicurazioni, la legge introduce nuovi sconti per chi installa (o ha già installato) le c.d. “scatole nere” o dispositivi similari, oltre che ulteriori sconti per chi acconsente di sottoporre il veicolo ad ispezione da eseguire a spese dell’assicurazione e/o installa anche meccanismi elettronici che bloccano l’avvio del motore in caso di tasso alcolemico del guidatore superiore ai limiti di legge. Introdotti, inoltre, sconti sull’RC Auto per i “virtuosi” che non provocano incidenti da quattro anni e vivono nelle province a più alto tasso di sinistri (in particolare nel Sud Italia). I criteri per applicare la scontistica saranno indicati dall’Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni), a cui spetta anche la verifica.

TELEFONIA E COMUNICAZIONI: NOVITA’ IN CASO DI RECESSO

In caso di recesso o cambio gestore, il consumatore si troverà di fronte a modalità più semplici e di immediata attivazione, che dovranno essere speculari a quelle utilizzabili al momento dell’attivazione e comunque prevedere anche la via telematica. I costi per recesso o migrazione dell’utenza dovranno essere resi noti in sede di pubblicazione dell’offerta nonché in fase di sottoscrizione del contratto, oltre che commisurati al valore del contratto stesso ed ai costi realmente sopportati dall’azienda. Sotto il profilo del telemarketing è caduto l’obbligo, inizialmente previsto in sede di emendamento, di dare, ad inizio telefonata, “particolari elementi informativi” all’utente e di poter proseguire nella chiamata solo con previo assenso dello stesso, mentre ha resistito l’obbligo per i gestori di acquisire prova di espresso consenso del consumatore, documentata, all’addebito di servizi in abbonamento offerti da terzi. La nuova legge promuove altresì la più ampia diffusione dei pagamenti elettronici e/o digitali, compresi i micro pagamenti con il credito telefonico.

LUCE E GAS: SLITTA LA DATA DI SCADENZA DEL MERCATO TUTELATO

In caso di ingenti ritardi dovuti a blocco della fatturazione o prolungata indisponibilità dei dati di consumo reali che sfociano in fatture di importo spropositato, i fornitori avranno l’obbligo di concedere la più ampia rateizzazione al cliente. Tale obbligo non scatta se il maxi-conguaglio è dovuto a cause imputabili al consumatore. Confermato, inoltre, lo slittamento della data di scadenza del mercato tutelato, inizialmente prevista per metà 2018, al 1 luglio 2019. Nel frattempo l’Autorità dà la possibilità di aderire ad un regime transitorio, a metà strada tra il mercato tutelato e quello libero, denominato di “tutela simile”. Per informazioni in merito: https://www.portaletutelasimile.it/

BOOKING: DEBELLATO IL “PARITY RATE”

L’intervento normativo tocca anche il booking, muovendosi in favore degli albergatori e colpendo gli intermediari telematici. Diventano, in particolare, nulle le clausole contrattuali che vietano agli hotel di praticare prezzi e condizioni migliori di quelli offerti sui portali online.

(M.R.)

Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *