Caso Dentix: l’ABF dà ragione ad Adiconsum, le rate dei finanziamenti vanno rimborsate

Caso Dentix: l’ABF dà ragione ad Adiconsum, le rate dei finanziamenti vanno rimborsate

Pronuncia favorevole dell’Arbitro Bancario e Finanziario per un paziente della sede di Carpi della catena odontoiatrica fallita Dentix (in Emilia-Romagna anche a Reggio Emilia, Imola, Piacenza, Ferrara, Forlì, Ravenna e Rimini).

L’Arbitro, in particolare, su ricorso presentato da Adiconsum Emilia Centrale, ha accertato il diritto del ricorrente alla restituzione delle rate di finanziamento e di ogni altro onere applicato dal 3 giugno 2020, data a cui corrisponde la chiusura definitiva del centro dentistico (che, ricordiamo, non ha riaperto dopo il lockdown da Covid-19, lasciando i pazienti senza cure e con finanziamenti da pagare). Ora la finanziaria ha 30 giorni per rimborsare oltre 5000 euro.

«Da tempo sosteniamo il diritto degli ex pazienti Dentix ad essere liberati dai finanziamenti e rimborsati delle somme inutilmente versate» – commenta Luca Braggion, Presidente di Adiconsum Emilia Romagna (in foto) – «Ci auguriamo questa pronuncia dell’Arbitro Bancario e Finanziario porti una accellerata anche per i tanti che, in balia delle assurde pratiche scorrette e dilatorie messe in atto dalle finanziarie, sono invece ancora in attesa di riacquisire la disponibilità economica per rivolgersi ad altro professionista di fiducia».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.