Roaming marittimo, sanzionate Tim, Vodafone e Wind Tre

Roaming marittimo, sanzionate Tim, Vodafone e Wind Tre

Ne abbiamo parlato anche durante il nostro recente sportello itinerante in diretta facebook dedicato alla telefonia, ed ora anche l’Antitrust è intervenuto sulla questione del roaming marittimo sanzionando per pratica commerciale scorretta Tim (sanzione da 1 milione e 800 mila euro), Vodafone (2 milioni di euro) e Wind Tre (1 milione e 500 mila euro).

Di cosa si tratta?

Il roaming marittimo è quel servizio offerto dagli operatori di telefonia che permette agli utenti di connettersi anche su navi e traghetti agganciandosi a collegamenti satellitari. Il problema sta nel fatto che questo servizio viene erogato automaticamente e ha costi esorbitanti, non regolamentati ovvero privi di massimali tariffari.

Per “difendersi” dall’attivazione automatica, il consumatore dovrebbe spegnere il cellulare o metterlo in modalità aereo, ma questo servizio è davvero poco noto e sicuramente non adeguatamente pubblicizzato. Ecco quindi che l‘Authority ha certificato la mancanza di informazioni adeguate da parte delle compagnie telefoniche, non ritenendo sufficiente l’SMS di benvenuto, che viene comunque inviato dopo l’attivazione del servizio, non è detto venga letto tempestivamente e si limita a riportare costi senza specificare come si evitano gli addebiti. Da questo sono conseguite le sanzioni a Tim, Vodafone e Wind Tre.

Se anche a te è stato attivato questo o altro “servizio senza richiesta”, possiamo aiutarti. Scrivici:


Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2018

[Image: macrovector – it.freepik.com]