Nuovo digitale terreste: come verificare se la tv è compatibile

Nuovo digitale terreste: come verificare se la tv è compatibile

La transizione al nuovo digitale terrestre per cui, a partire dal luglio 2022, gli apparecchi TV e i decoder dotati di tecnologia Dvb-T1 non saranno più in grado di ricevere le trasmissioni televisive, vede già tanti consumatori intenzionati a muoversi per tempo, anche nell’ottica di usufruire dell’agevolazione prevista dal bonus tv per l’acquisto di un nuovo apparecchio.

Ma come si fa a capire se la tv che abbiamo attualmente in casa è compatibile con la nuova tecnologia Dvb-T2?

Proprio in questi giorni sono stati resi disponibili due canali “test” (100 e 200) attraverso cui verificarla. Bisognerà dunque sintonizzarsi su uno di questi canali e verificare che sullo schermo sia visibile la scritta “Test HEVC Main10“. Se al primo tentativo non riuscite a visualizzarla, tentate una risintonizzazione dei canali. Se però la dicitura non appare nemmeno sul secondo canale e nemmeno dopo la risintonizzazione, la vostra TV non è in grado di ricevere il futuro standard di trasmissione e dovrà essere sostituita o munita di apposito decoder.

Le date del passaggio

Il passaggio al nuovo digitale terrestre avverrà in maniera differenziata da regione a regione:

  • a partire da settembre 2021 in Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e le province di Trento e di Bolzano;
  • a partire da gennaio 2022 in Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania e Sardegna e da aprile 2022 in Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise e Marche.

(M.R.)

Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2018