Bonus sociale idrico: che cos’è e come ottenerlo

Bonus sociale idrico: che cos’è e come ottenerlo

Sappiamo tutti che l’acqua è un bene prezioso, per questo dobbiamo essere in grado di permettere a tutti di accedere a questo servizio senza lasciare nessuno indietro.
A questo proposito, esiste un’agevolazione studiata proprio per rendere la bolletta molto più leggera: il bonus sociale idrico.

Di cosa si tratta
Il bonus sociale idrico corrisponde a uno sconto sulla fornitura dell’acqua: avrai a disposizione 18,25 metri cubi d’acqua annui per ogni componente della famiglia (pari a 50 litri al giorno) a titolo gratuito.

Questa stima, tuttavia, è solamente un valore di riferimento calcolato dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA); per conoscere la quantità esatta applicata dal tuo gestore, dovrai rivolgerti proprio a quest’ultimo.

Chi ne ha diritto
Possono accedere al bonus sociale idrico sia gli utenti diretti che indiretti del servizio, a patto che rispettino uno dei seguenti requisiti:

• ISEE non superiore a 8.107,5 euro
• ISEE non superiore a 20.000 euro (solo per famiglie con 4 o più figli a carico)

Nello specifico, ricordati che:

• L’utente diretto è direttamente il titolare della fornitura ad uso domestico residente (in questo caso, il bonus viene scalato dalla bolletta)

• L’utente indiretto è uno dei componenti del nucleo ISEE che utilizza nella propria abitazione di residenza una fornitura intestata ad un’utenza condominiale (in questo caso, riceverai un accredito sul tuo conto corrente o tramite altra modalità a scelta del gestore, purché sia tracciabile e verificabile).

Come fare richiesta
Per presentare la tua domanda e ricevere il bonus sociale idrico, è necessario stampare e compilare l’apposito modulo di richiesta disponibile sui siti di ARERA, ANCI, Enti di Governo dell’ambito e del tuo gestore.

Suggerimento: sul sito di Arera, puoi trovare i moduli nella parte destra della pagina riguardante il bonus idrico.

Altri documenti necessari sono:

• Documento di identità
• Delega (in caso sia necessaria) – trovi il modello sul sito
• Attestazione ISEE in corso di validità
• Attestazione con i componenti del nucleo ISEE (nome-cognome e codice fiscale) – trovi il modello sul sito
• Attestazione per il riconoscimento di famiglia numerosa (4 e più figli a carico), da utilizzare nel caso di ISEE entro 20.000 euro. – trovi il modello sul sito
• Una bolletta del tuo gestore per identificare il codice della fornitura e il nominativo del gestore idrico

Ora che hai tutto l’occorrente, puoi presentare la tua domanda:

• al CAF
• presso il tuo Comune di residenza
• tramite intermediari abilitati.

Se vuoi, potrai anche richiedere contemporaneamente di accedere al bonus elettrico e/o gas.

Validità
Ricorda che il bonus sociale idrico dipende dall’ISEE e quindi ha validità annuale; per rinnovarlo è necessario presentare domanda un mese prima della scadenza.

Per ulteriori informazioni, consulta il sito di ARERA.