Indagine: voti con il portafoglio? – I risultati del primo campione

Indagine: voti con il portafoglio? – I risultati del primo campione

Promuovere campagne di informazione, sensibilizzare e formare il cittadino-consumatore per fargli acquisire la consapevolezza del proprio “potere” di incidere dal basso sul sistema socio–economico è da sempre uno degli obbiettivi di Adiconsum Emilia Romagna (e riteniamo dovrebbe esserlo per ogni Associazione dei consumatori).

Nell’ambito del progetto Formiamo ConsumAutori del futuro abbiamo dunque insegnato le principali tematiche legate al mondo del consumo, formato e coinvolto cittadini nella condivisione e risoluzione di problemi comuni, fatto campagna per l’uso responsabile del denaro.

Non potevamo allora che chiudere l’anno di attività con un’enorme domanda? Conosci il “voto col portafoglio”? Sei davvero consapevole delle tue scelte di consumo? Già dal primo campione di questionari raccolti iniziano ad emergere trend piuttosto interessanti. Ti ci rivedi? Faccelo sapere partecipando all’indagine che trovi QUI.

~

Dove acquisti solitamente pane, pasta, carne, pesce, frutta e verdura?

Pesce e pasta sono “dominio” di supermercati ed ipermercati, resistono le piccole attività, in molti prediligono i mercati per frutta e verdura

~

Come conseguenza della crisi economica, hai modificato le tue abitudini di spesa? Secondo quale criterio?

Oltre il 70% degli intervistati ha modificato le proprie abitudini di spesa in conseguenza della crisi economica, preponderante fra i criteri utilizzati la riduzione sia di quantità che di qualità

~

Quanta attenzione presti alla tracciabilità della filiera (percorso produzione -> trasporto -> vendita -> smaltimento) di un prodotto?

Oltre il 50% degli intervistati presta attenzione alla tracciabilità della filiera

~

Come consumatore cosa ti fa sentire più preoccupato?

Oltre il 50% degli intervistati dichiara di essere preoccupato che i processi produttivi inquinino l’ambiente ed esauriscano le risorse naturali. Solo “effetto Greta Thunberg” o definitiva presa di consapevolezza?