Coronavirus, ancora una modifica al modulo dell’autocertificazione

Coronavirus, ancora una modifica al modulo dell’autocertificazione

In ragione delle nuove disposizioni introdotte con il Dpcm del 22 marzo 2020, che dispone il divieto di spostamento dal comune in cui ci si trova salvo «comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute».

Il nuovo modulo prevede venga dichiarato

  • di essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio previste dai decreti del Presidente del Consiglio e dall’ordinanza del Ministero della Salute del 20 marzo che concernenti, appunto, le limitazioni alle possibilità di spostamento delle persone fisiche all’interno di tutto il territorio nazionale;
  • di non essere sottoposto alla misura della quarantena e di non essere risultato positivo al COVID-19;
  • di essere a conoscenza delle sanzioni previste e di indicare il tragitto dello spostamento.

Il nuovo modello di autocertificazione è scaricabile QUI.

IMPORTANTE! In tanti ci avete chiesto se, in ragione delle nuove norme, è possibile spostarsi per fare la spesa qualora il supermercato più vicino si trovi in un altro comune. Ebbene, la risposta è : con una circolare esplicativa il Ministero dell’Interno ha chiarito che sono consentiti gli spostamenti fuori dal comune in cui ci si trova “per l’approvvigionamento di generi alimentari nel caso in cui il punto vendita più vicino e/o accessibile alla propria abitazione sia ubicato nel territorio di un altro comune”.