Olio in cucina: tutti i trucchi per utilizzarlo al meglio

Olio in cucina: tutti i trucchi per utilizzarlo al meglio

L’olio è uno degli alimenti più importanti della dieta mediterranea e, oltre ad avere proprietà benefiche, può vantare moltissime varietà di aromi e gusti.

L’olio più apprezzato è certamente extravergine, ottenuto attraverso un processo di spremitura; lo possiamo definire come un vero e proprio succo d’oliva!

Molto spesso, però, rischiamo di rovinare questo prezioso alimento non seguendo le accortezze necessarie per conservarlo nel modo migliore.

Ecco qualche trucco che potrebbe tornarti utile:

  • Consumalo fresco: L’olio andrebbe consumato il più fresco possibile perché con il tempo perde le sue proprietà; in ogni caso, è preferibile finirlo entro 12-18 mesi.
  • Non tenere il contenitore aperto per troppo tempo: l’ossigeno rovina l’olio e ne guasta il sapore; ricordati di richiudere subito la confezione dopo l’utilizzo.
  • Non esporlo al sole: l’olio dovrebbe essere sempre conservato al riparo da fonti di luce
  • Tienilo lontano dal calore e occhio agli sbalzi di temperatura: tieni l’olio lontano da fonti di calore e cerca di conservarlo a una temperatura compresa tra 15 e 20 gradi.

L’olio nei pranzi al sacco

Se utilizzi l’olio per preparare manicaretti da consumare fuori casa, anche in questo caso è opportuno fare attenzione a come li conservi: i cibi grassi e i sughi, ad esempio, non dovrebbero essere conservati in contenitori di plastica.

Quindi, un piatto condito con l’olio dovrebbe essere conservato in un contenitore di vetro per garantire il massimo rendimento.